201212.11
Off
0

ACQUISTO DI PROPRIETÀ DEGLI STRANIERI SU BENI IMMOBILI IN CROAZIA

Gli stranieri possono acquisire la proprietà di beni immobili situati in Croazia solo se sono soddisfatte determinate condizioni speciali, previste dalla legge.

Innanzitutto, affinchè uno straniero possa divenire proprietario di un bene immobile situato in Croazia, deve sussistere il requisito della reciprocità tra la Repubblica di Croazia e lo stato di appartenenza del primo, salvo il caso il cui l’acquirente sia cittadino dell’Unione Europea.

Se la condizione di reciprocità è soddisfatta, lo straniero è obbligato, prima della stipula del contratto o dell’esperimento delle azioni legali con le quali si acquista la proprietà degli immobili in Croazia, a richiedere, al Ministero della Giustizia della Repubblica di Croazia l’autorizzazione per l’acquisto, a pena di nullità dell’atto o della procedura.

I cittadini dell’Unione Europea non sono obbligati a richiedere detta autorizzazione e sono liberi, senza alcuna limitazione, di acquistare (solo) gli immobili in Croazia situati nelle zone edificabili e tutto ciò ad essi collegati, a differenza dei cittadini appartenenti a stati che non sono membri dell’Unione Europea.

Tutti gli altri beni immobili che non si trovano nelle zone edificabili non possono essere di proprietà di cittadini stranieri.

A certe condizioni i cittadini stranieri possono acquistare la proprietà dei terreni agricoli, ma soltanto se la proprietà è acquisita per legge o per eredità. I cittadini stranieri, compresi i cittadini dell’Unione Europea non possono acquistare la proprietà dei terreni agricoli nella Repubblica di Croazia con altri negozi giuridici, quali, ad esempio, il contratto di vendita o di donazione.