201509.22
Off
0

CAMBIAMENTI NEL DIRITTO FALLIMENTARE

Dal 1 ° settembre 2015 è entrata in vigore delle nuove disposizioni della legge fallimentare nel segno di rafforzare la tutela dei creditori e la trasparenza del processo. In Croazia, ci sono 14 mila imprese, senza alcun dipendente, che sono in debito di quasi 15 miliardi di kune. Legge croata in relazione ad una società insolvente prevede due possibili procedure – procedure di pre-fallimento e procedure di fallimento.

Procedure pre-fallimentari

Nel procedura pre-fallimentare debitore scrive via ai creditori una parte dei debiti e in relazione con il resto che è stato redatto un piano di rimborso associata con il business plan del debitore – contenuta in insediamento pre-fallimentare. Procedure pre-fallimentari è stato progettato per le società che non hanno le condizioni per il fallimento, e con l’insediamento con i creditori vogliono evitarlo. Dopo il successo procedura pre-fallimentare, le imprese del debitore è ottimizzata e continuò.

Condurre procedure pre-fallimentari è nell’interesse dei creditori quando, per esempio, credono che il debitore, se conformi all’insediamento pre-fallimentare, pagherà la maggior parte del debito che sarebbero stati addebitati dalle attività esistenti della società in caso di fallimento o di guadagni futuri previsti a causa della prosecuzione della collaborazione commerciale.

Procedure pre-fallimentari possono essere avviate dal debitore o dei creditori, se il debitore è d’accordo.

Per essere votato pre-fallimento, è necessario che l’insediamento ratifica da parte di almeno il 50% dei creditori del gruppo reciproche creditori, e il 66% di tutti i creditori insieme, a condizione che i creditori che accettano l’insediamento hanno il doppio della quantità di le affermazioni di coloro che non accettano. Se il debitore non si conforma con l’insediamento, il fallimento sarà avviato.

Modifiche alla legge prevedono che dopo 60 giorni di blocco, il debitore perda il diritto di procedure pre-fallimentari. Inoltre, la procedura nella giurisdizione dell’Agenzia finanziaria è trasferito al tribunale di commercio, che deciderà di tutte le questioni di procedura pre-fallimentare non esplicitamente posto sotto l’autorità di altri corpi.

Procedure fallimentari

A differenza di procedura pre-fallimentare, la procedura fallimentare classici liquida i beni del debitore e il debitore smette di funzionare. I creditori saranno addebitati dal valore del patrimonio del debitore, in base alla percentuale dei loro crediti nei confronti di tutti i debiti del debitore dopo il pagamento delle spese del procedimento e dei crediti privilegiati (ad es. I lavoratori di stipendio).

La novità introdotta dai cambiamenti legislativi è che l’Agenzia finanziario deve, entro otto giorni eseguire la liquidazione della società, che è stata bloccata per più di 120 giorni in relazione a società senza dipendenti. Le società che hanno almeno un lavoratore subordinato, 120 giorni blocco fino iniziazione della procedura fallimentare inizia a contare dall’entrata della nuova legge fallimentare entrata in vigore, mentre un’ulteriore condizione di fallimento per la società sarà che per tre mesi in un fila non hanno pagato gli stipendi ai lavoratori. La procedura di fallimento verrà eseguito anche nei casi di società che hanno le domande che superano i debiti.

I cambiamenti nella legge fallimentare prevede che la persona responsabile della ditta, responsabile per danni ai creditori, sarà addebitato automaticamente per il costo del tribunale fallimentare nel momento in cui è iniziato dall’Agenzia Finanziaria. Oltre agli amministratori e ai membri della direzione, secondo la nuova legge, le persone responsabili sono considerati membri del Consiglio di Sorveglianza e fondatore della società. Essi possono, quando Agenzia Finanziaria gestisce fallimento d’ufficio, a carico fino a 20.000 kune anticipo per le spese di procedura fallimentare nel caso in cui la società non dispone di fondi sufficienti per coprire le spese del procedimento. Va osservato che, sebbene il codice penale contiene disposizioni per l’inizio obbligatoria della procedura fallimentare di una persona responsabile, istituzione di un procedimento penale per questo reato è raro nella pratica. Si prevede che i cambiamenti nella legge fallimentare potrebbero riflettersi in una maggiore persecuzione di questo crimine.

L’obiettivo delle modifiche legislative è quello di risolvere i tanti responsabili, società inattive senza beni per i quali la persona responsabile non ha avviato la procedura di revoca formale delle imprese dalla presente legge fornito procedura. Va notato che molti della persona responsabile non tiene conto del fatto che le loro società inattive spesso non soddisfano i benefici piatte obbligatorie allo stato (ad es. La tassa annuale di società), che li mette nella categoria delle aziende simili alla procedura fallimentare ex officio. La nuova normativa obbligherà i responsabili di queste società di regolare il loro status, sotto la minaccia che altrimenti fanno si afferma, a loro spese.

Le modifiche legislative riportano la capacità di continuare ad operare durante la procedura fallimentare, così come la stesura del piano di riorganizzazione senza restrizioni. Tuttavia, la continuità del business è consentito un massimo di un giorno e mezzo di audizioni, a meno che un piano di riorganizzazione è sottoposto al giudice fallimentare.