201512.02
Off
0

La promozione della partecipazione della Repubblica di Croazia

Legge sugli incentivi agli investimenti e sul miglioramento del clima per gli investimenti è stato portato nel 2012. Questo atto porta le misure di incentivazione per gli investimenti e tempestiva realizzazione delle attività di investimento necessarie. La legge prevede il metodo e termini per l’effettuazione di tutte le attività di investimento necessarie al fine di realizzare con successo il progetto di investimento entro i termini di legge nel territorio della Repubblica di Croazia.

Legge assicura quadro necessario che stabilisce postulazione per aumentare un numero e la qualità dei progetti di investimento che devono chiudere nella Repubblica di Croazia. Più avanti, assicura l’introduzione di nuove attrezzature e tecnologie moderne, aumento dell’occupazione e più alto livello di formazione dei dipendenti, lo sviluppo di prodotti e servizi che comportano maggior valore aggiunto, aumento della competitività imprenditoriale, sviluppo regionale equilibrato della Repubblica di Croazia e la disposizione più efficace con le risorse e l’uso del capitale territoriale.

Dal momento che la legge sugli incentivi agli investimenti e sul miglioramento del clima per gli investimenti è entrata in vigore il Ministero dell’economia ha ricevuto 96 richieste di utilizzo di misure di incentivazione.

Dal momento che la legge sugli incentivi agli investimenti e sul miglioramento del clima per gli investimenti è entrata in vigore il Ministero dell’imprenditorialità e dell’artigianato ha ricevuto 300 domande per l’utilizzo di misure di incentivazione. Valore complessivo del 300 progetti dichiarati ammonta a 11 miliardi di kune. Il numero stimato di nuovi posti di lavoro appena è 6309.

La legge sugli incentivi agli investimenti e sul miglioramento del clima per gli investimenti viene modificata nel procedimento espresso, soprattutto per essere in linea con il regolamento (UE) n 651/2014 del 17 Giugno 2014 che dichiara alcune categorie di aiuti compatibili con il mercato interno in applicazione del articoli 107 e 108 del trattato. Le nuove disposizioni entreranno in vigore nel 2015.

Alternanza principale di atto designato contiene armonizzazione precedentemente con la normativa dell’Unione europea. Più avanti incentivi fiscali profitto senza occupazione condizionale vengono annullati. Minimo di nuovi posti di lavoro ora dipende dal livello di investimenti:

– Minimo di 150.000,00 euro con almeno 5 nuovi posti di lavoro

– Minimo di 50.000,00 euro, con un minimo di 3 nuovi posti di lavoro presso le microimprese

– Minimo di 13.000.000,00 euro con almeno 10 nuovi posti di lavoro con titoli universitari.

Misure di incentivazione non sono più limitati su attività di produzione-trasformazione, la definizione delle attività di servizi turistici è modificato per annullare l’ambiguità di fronte, e la strategia industriale della Repubblica di Croazia 2014-2020 deve essere raggiunto con questi emendamenti.

Sono stati introdotti sgravi fiscali per il periodo di 10 anni da quando l’investimento avviato, a seconda della soglia e con una condizione di creare nuovi posti di lavoro connessi con l’investimento:

– Per gli investimenti fino a 1.000.00,00 euro, il tasso di imposta sul reddito è del 50% ridotta con condizione di 5 nuovi posti di lavoro

– Per gli investimenti tra 1.000.00,00 euro e 3.000.00,00 euro, il tasso di imposta sul reddito è del 75% ridotta con la condizione di 10 nuovi posti di lavoro

– Per gli investimenti di cui sopra 3.000.00,00 euro, il tasso di imposta sul reddito è al 100% riduce con la condizione di 15 nuovi posti di lavoro.

Categoria specifica è di recente creato investimento introduttivo dell’azienda in un’attività materiale e non materiale in minimo di 13.000.00,00 euro con la condizione di 10 nuovi posti di lavoro, titoli universitari e connessa con l’investimento. Per questo tipo di investimento un accordo sulla preparazione e l’attuazione del progetto deve essere concluso con il ministero autorizzato.

Accordo organizza la pianificazione del progetto tecnico e l’attuazione, il periodo di investimento, calendario delle prestazioni, garanzia dei beneficiari e il meccanismo di protezione della Repubblica di Croazia in caso di ritardo, désistance di progetto o cambio di alcune parti di investimento in ogni fase di impegno in progetto.

Per la prima volta l’investitore avrà possibilità di concludere un accordo con uno Stato che garantisca condizioni fiscali stessi come erano sul principio della partecipazione. Lo Stato garantirebbe condizioni inalterate per 10 anni e in caso di cambiamento, gli impegni degli investitori sarebbero coprirti degli ministeri autorizzati.