201509.04
Off
0

L’ESCLUSIONE DELLA SOCIETÀ MEMBRO

I membri della Società e la società hanno il diritto di proteggere l’un l’altro dal comportamento di un membro le cui azioni minacce al conseguimento dell’obiettivo della società, e quindi proteggere la società stessa. Nel caso in cui un membro società perde interesse per la società, l’opzione più semplice è il pagamento della sua quota. Se non c’è un accordo di adesione sul pagamento, i membri hanno la disponibilità dell’istituto di esclusione di un membro.

L’esclusione di un membro significa rimozione forzata da parte della società, in modo che un membro perde l’appartenenza alla società. Differenza del ritiro di una quota, che termina anche l’appartenenza alla società, è che si tratta di un membro di fronte trattamento, non la condivisione, in modo che l’esclusione non riguarda la quota del socio escluso che esistono anche dopo l’esclusione della società membro.

Vi è la possibilità di esclusione di un membro, come una misura di protezione sulla base degli articoli di associazione, e quando la possibilità di esclusione non è prevista dagli articoli di associazione – sulla base giuridica.

Gli articoli di associazione stabiliscono le disposizioni in base alle quali un membro potrebbe essere escluso dalla società, i motivi di esclusione, un processo che deve essere eseguita per escludere un membro della società, stabilire chi partecipa ai processi decisionali e come decidere. Un socio che viene escluso può avviare una causa di determinare se la decisione è nulla o annullabile.

Se l’esclusione è effettuata sulla base giuridica, ci devono essere soddisfatte due condizioni: l’esistenza di un grave motivo di esclusione, e il pagamento del valore della quota di partecipazione del socio escluso.

Un grave motivo per l’esclusione dei membri della società esiste se il suo comportamento che impedisce o ostacola in modo significativo al conseguimento dell’obiettivo della società e quindi la sua permanenza in società rende insopportabile. Si riferisce a caratteristiche personali e le relazioni, per esempio, la mancanza di fiducia, gravi violazioni dei doveri, che svolgono attività criminali, abuso di fiducia, di turbativa difficile delle relazioni reciproche dei membri della società. Gravi motivi includono anche il caso in cui il risultato del comportamento di un membro di società indica motivi per avviare una causa di risoluzione della società regolata dalla disposizione dell’art. 468. del diritto societario perchè una conquista dello scopo sociale diventa impossibile o un membro della società ha creato un motivo importante per la sua risoluzione. La mancata per raggiungere lo scopo della società può essere costituita l’impossibilità di svolgere le attività societaria o per affari soggetto.

Una decisione costitutiva ordina l’esclusione di un membro di società sotto una sospensione condizionale che la sua società deve compensare il valore di mercato della sua porzione di partecipazione entro il termine indicato nella decisione. Il giudice deve determinare l’altezza del valore di mercato di una quota di partecipazione tenendo presente lo stato delle esigenze societarie e di business. Ci dovrebbe essere stimato il valore della società stessa, le attività della società, gli obblighi societari, la situazione del mercato, tener conto dei numerosi contratti, degli utili previsti… Per determinare i valori delle società e quote di imprese, è necessario svolgere le competenze necessarie. Nel determinare l’importo del risarcimento dovrebbe essere preso in considerazione il diritto del membro società nelle attività e dei diritti. Se società disporre risarcimento dei danni o qualsiasi altra pretesa, membro non sarà compensato il valore di una quota di partecipazione fino a quando la società non si accontenta il danno o l’obbligo esistente, che consente loro di utilizzare l’istituto della compensazione.

Con l’esclusione finisce la appartenenza alla società, e la porzione di partecipazione rimane di una società che decide come incassare esso. La società può decidere di vendere la porzione di partecipazione al membro società o di terzi, di revoca o, se la quota è pagata per intero, la società acquisisce la propria porzione di partecipazione.