202002.17
Off
0

IL REATO DI EVASIONE FISCALE O DOGANALE NELLA LEGISLAZIONE CROATA

Nella Repubblica di Croazia, l’evasione fiscale e doganale è regolata principalmente dal Codice penale, ma ci sono anche altre leggi relative a questi argomenti, come la Legge sulle società, ecc. L’evasione fiscale e doganale sono reati contro l’economia, che in genere possono essere definiti come la totalità dei reati commessi nelle attività economiche.

Gli atti che costituiscono il reato di evasione fiscale o doganale possono essere commessi da persone fisiche e giuridiche. Affinché una persona fisica o giuridica compia un atto di evasione fiscale o di evasione doganale, è necessario evitare parzialmente o completamente il pagamento di tasse o dazi fornendo delle informazioni e fatti inesatti o incompleti rilevanti per stabilire una tassa o dazio doganale e compiere tali atti o omissioni con intenzione.

Le condizioni per l’esistenza del reato di evasione fiscale o doganale sono:

  1. che il contribuente abbia legittimamente esercitato l’attività, e che la mancata comunicazione delle entrate e di altri fatti relativi alle entrate errano ottenute legalmente,
  2. se il danno al bilancio statale si è verificato perché se non c’è alcun danno al bilancio statale, non c’è alcuna possibilità di presentare una denuncia per l’evasione fiscale o doganale.

Il reato di evasione fiscale o doganale è commesso da chi, allo scopo di evitare, in tutto o in parte, il pagamento di imposte o dazi doganali, fornisce informazioni inesatte o incomplete sulle entrate, oggetti o altri fatti che influenzano la determinazione della somma dell’imposta o del dazio doganale o che per lo stesso scopo non riporta nel caso le entrate, gli oggetti o altri fatti che incidono sulla determinazione della passività fiscale o doganale, che è tenuto a fare. È importante sottolineare che l’incriminazione richiede che queste azioni comportino una riduzione o una non determinazione di imposte o dazi doganali per una somma superiore a 20.000,00 HRK.

Il reato di evasione fiscale o doganale ha due forme di base e deve consistere nel:

  1. fornimento delle informazioni inesatte sulle entrate, oggetti o altri fatti che incidono sulla determinazione delle passività fiscali,
  2. mancamento di presentazione di una dichiarazione dei redditi nei casi in cui è obbligatoria.

La prima forma di reato di evasione fiscale o di evasione doganale può essere realizzata solo dagli atti, fornendo informazioni inesatte, mentre per la seconda forma è necessario fare l’omissione, non presentando la dichiarazione dei redditi. La persona che commette il reato in questione può essere il contribuente stesso come persona fisica e quando il debitore è una persona giuridica, la persona che commette il reato è la persona che, per conto della persona giusta, è tenuta a rendere disponibili le informazioni commerciali.

L’importo della pena (reclusione) per aver commesso il reato di evasione fiscale e dazi doganali dipende dal fatto se si tratta di una passività fiscale sulla larga scala, vale a dire se l’importo dell’imposta o del dazio doganale è maggiore o inferiore a 600.000,00 HRK, quindi nel primo caso il limite superiore è 5 (cinque) anni e, in caso di responsabilità fiscale su vasta scala, fino a 10 (dieci) anni di carcere.