202003.16
Off
0

La prescrizione nel diritto penale croato

Il Codice penale distingue due istituti di prescrizione, la prescrizione dell’azione penale e la prescrizione dell’esecuzione delle sanzioni.

La prescrizione dell’azione penale

L’azione penale è il diritto delle autorità pubbliche di avviare e condurre il procedimento penale contro una persona che è sospetta di aver commesso un reato.

Di norma, il termine di prescrizione dell’azione penale inizia a decorrere dal giorno in cui è stato commesso il reato. Tuttavia, se la conseguenza che caratterizza il reato si verifica successivamente, la prescrizione inizia a decorrere da quel momento. Ad esempio, se il reo spara alla vittima, e la vittima muore dopo due mesi, il termine di prescrizione dell’azione penale per il reato di omicidio inizia a decorrere dal giorno di morte della vittima.
Allo stesso modo, nel caso dei reati permanenti e prolungati, che consistono in una azione prolungata o più azioni sostanzialmente della stessa natura commesse dall’imputato, il termine di prescrizione inizia a decorrere dal completamento del reato, ovvero dall’ultima azione criminale. Ad esempio, il reato di rapimento è considerato un reato permanente, per il quale la prescrizione dell’azione penale inizia a decorrere dal completamento del reato, cioè dal momento in cui la privazione di libertà della vittima è finita. Nei casi in cui, il reo, per esempio, trasporta ripetutamente la merce oltre il confine senza dichiararla a fini doganali e fiscali, si tratta di un reato prolungato per il quale la prescrizione decorre dall’ultimo transito illegale.

La prescrizione dell’azione penale si verifica dopo la scadenza di:

  • 40 anni per i reati punibili con la pena detentiva superiore a 15 anni,
  • 25 anni per i reati punibili con la pena detentiva superiore a 10 anni,
  • 20 anni per i reati punibili con la pena detentiva superiore a 5 anni,
  • 15 anni per i reati punibili con la pena detentiva superiore a 3 anni,
  • 10 anni per i reati punibili con la pena detentiva superiore a un anno e
  • 6 anni per altri reati.

È opportuno menzionare che le più recenti modifiche del Codice penale hanno introdotto la norma secondo cui i termini di prescrizione dell’azione penale possono essere prorogati di due anni se un verdetto di primo grado è stato emesso prima della scadenza del termine di prescrizione.

Lo scopo di questa disposizione era presumibilmente focalizzato a fornire al tribunale di secondo grado il tempo necessario per pronunciarsi sull’appello, anche se in pratica questa intenzione del legislatore non viene pienamente rispettata.

Se il procedimento penale non è stato avviato e concluso (emessa una sentenza passata in giudicato) entro il termine di prescrizione dell’azione penale, il tribunale o l’altra autorità che conduce il procedimento penale, deve sospendere il procedimento penale o emettere una sentenza liberatoria.

Prescrizione dell’esecuzione della condanna

La prescrizione dell’esecuzione della condanna si riferisce al diritto delle autorità pubbliche di eseguire la condanna imposta da una sentenza finale, il quale termine inizia a scorrere dall passaggio in giudicato della sentenza.

La condanna non si può eseguire quando, dalla finalità della sentenza, passano:

  • 40 anni per la pena detentiva di reclusione a lungo termine,
  • 25 anni per la pena detentiva di reclusione oltre a 10 anni,
  • 20 anni per la pena detentiva di reclusione oltre a 5 anni,
  • 15 anni per la pena detentiva di reclusione oltre a 3 anni,
  • 10 anni per la pena detentiva di reclusione oltre a un anno,
  • 6 anni per la pena detentiva di reclusione fino a un anno e la sanzione pecuniaria come pena principale o secondaria.

Prescrizione dell’esecuzione delle misure di sicurezza, della confisca di illeciti guadagni e degli oggetti

Le misure di sicurezza si estingono per prescrizione una volta che sia decorso il doppio termine della loro validità, contando dall passaggio in giudicato della sentenza con la qualle sono state pronunciate. Le misure di sicurezza non possono essere eseguite neanche quando scade il termine di prescrizione dell’esecuzione della condanna con la quale erano state imposte, o dopo che è trascorso il tempo di prova dalla sospensione condizionale della pena.

Sopra indicato non vienne applicato alle misure di sicurezza imposte per tutta la vita, né alla confisca dei guadagni provenienti dal reato, le cui misure non scadono per prescrizione.

La misura di sequestro degli oggetti ordinata da una sentenza passata in giudicato, non può essere eseguita dopo che sono trascorsi cinque anni dalla sentenza.

Modifica dei termini di prescrizione e specifiche

Nel corso di storia la tendenza del legislatore è modificare i termini di prescrizione, in regola estendendoli. In pratica, si è posta la domanda dell’impatto di modifiche dei termini di prescrizione sui procedimenti penali in corso. La dottrina giuridica sottolineava che l’applicazione retroattiva della legge sarebbe contraria al principio di applicazione della legge penale più favorevole al reo.

In relazione a questo problema, il Tribunale supremo ha espresso l’opinione chiara sulla validità dell’applicazione della legge in vigore riguardo i termini di prescrizione, indipendentemente dal principio di applicazione della legge penale più favorevole al reo, sostenendo che “la prescrizione non è un privilegio per il reo del crimine, ma un istituto approvato per motivi di opportunità, quindi non si pone la domanda di applicazione del diritto più favorevole” (I Kž-256/83 del 9 novembre 1983), la quale opinione venne adottata dal legislatore, incorporando nel Codice penale del 2011. la disposizione che stabilisce esplicitamente “se prima del momento in qui avviene la prescrizione dell’azione penale o la prescrizione dell’esecuzione della condanna, nella legge avviene il cambiamento del termine di prescrizione, si applicheranno i termini di prescrizione della nuova legge”.

La legge conosce anche le situazioni in cui la prescrizione viene sospesa per la durata di determinate circostanze previste. Pertanto, la prescrizione non trascorre per il periodo durante il quale non può essere avviata l’azione penale o eseguita da pena, perché, ad esempio, l’imputato si trova in un paese straniero che rifiuta l’estradizione, o viene eletto in un ufficio statale per il quale viene fornita l’immunità e simile. Per la maggior parte dei reati contro i minori, il termine di prescrizione non inizia a decorrere prima che il minore diventi maggiorenne. La prescrizione dell’esecuzione della condanna non decorrere durante la reclusione (ordinata da un’altra sentenza) e simile.

La legge riconosce anche i reati per i quali la prescrizione non esiste. Questi sono i crimini più gravi, per i quali il legislatore ha concluso che l’interesse della comunità a punire gli autori supera i diritti dell’imputato, come ad esempio il genocidio, crimini contro l’umanità, crimini di guerra, terrorismo, gravi omicidi e altri.