202012.04
Off
0

Modifiche fiscali in applicazione dal 1 gennaio 2021

A decorrere dal 1 gennaio 2021, saranno introdotti cambi fiscali in base alle modifiche e integrazioni della Legge d’imposte sui redditi, della Legge d’imposta sul reddito delle società e della Legge d’imposta sul valore aggiunto, di cui le più importanti saranno riassunte nel testo seguente.

La modifica della Legge d’imposte sui redditi riduce l’aliquota d’imposizione

  • dal 24% al 20% per redditi annuali fino a 360.000 HRK, ovvero redditi mensili fino a 30.000 HRK,
  • dal 36% al 30% per redditi annuali superiori a 360.000 HRK, ovvero redditi mensili superiori a 30.000 HRK, e
  • dal 12% al 10% per la tassazione forfettaria delle attività, per esempio per locazione di appartamenti o appartamenti turistici,
    cosa in pratica significa che per motivo delle agevolazioni fiscali descritte, il reddito aumenterà da circa 60,00 HRK a oltre 1.000,00 HRK, a seconda dell’importo dei redditi e altre circostanze specifiche.

Per gli affittuari, è importante notare che a decorrere dal 1 gennaio 2021, i notai pubblici saranno ritenuti a dichiarare per i clienti il reddito derivante dall’affitto di beni mobili e immobili, ovviamente in relazione ai contratti certificati o conclusi di fronte ai stessi.

Gli obblighi fiscali del settore privato sono stati notevolmente alleggeriti dalle modifiche della Legge d’imposta sul reddito delle società con riduzione dell’aliquota di tassazione dal 12% al 10% per i redditi annuali delle imprese fino a 7,5 milioni di HRK, ossia circa 1 milione di EUR, cosa copre più di 90% dei imprenditori privati. Ciò significa che un singolo imprenditore, a seconda dei redditi annui, sarà in grado di risparmiare fino a 150.000 HRK, ossia circa 20.000,00 EURO all’anno per motivo di agevolazioni fiscali descritte. Tuttavia, va notato che la legge entra in vigore dal 1 gennaio 2021, dunque la nuova aliquota sarà applicata solo agli redditi generati nel 2021, ovvero che saranno versati ai membri sociali nel 2022.

A causa dell’impatto significativo della crisi pandemica sugli artisti è stata ridotta l’aliquota d’imposta dal 15 al 10% per le prestazioni dei artisti stranieri, inclusi atleti, cantanti e simile.

Sono state apportate modifiche sostanziali della Legge d’imposta sul valore aggiunto (IVA) in modo tale che è stato aumento il limite per calcolo dell’IVA in base ai compensi ricevuti dall’attuale 7,5 a 15 milioni di HRK, vale a dire da 100 000 EUR a 200 000 EUR.

A livello regionale dell’Unione Europea, prevedibilmente in risposta all’aumento del mercato Internet a causa degli effetti della crisi pandemica, è stato introdotto il cambiamento che interesserà i cittadini che acquistano online, che dal 1 luglio 2021 saranno dovuti a pagare l’IVA anche per piccole spedizioni importate nell’UE (il cui valore è inferiore a 22,00 Euro), che in precedenza erano esenti da IVA.

In conclusione, per i lavoratori che lavorano per un salario minimo, va osservato che il governo ha adottato nella riunione del 29 ottobre 2020 il nuovo Regolamento sull’importo dello stipendio lordo minimo per il 2021 di 4.250,00 HRK, che aumenterà lo stipendio netto minimo per 4,6%, ovvero da 3.250,00 HRK nel 2019 a 3.400,00 HRK nel 2021.